Le lacrime di Peter Higgs

Il bosone esiste.

Nonostante la mia formazione originaria e i miei modesti anni di permanenza nel mondo della ricerca, devo ammettere che, nel merito, non ci capisco quasi niente.  Oltre ad essere al di fuori dalla ricerca attiva da parecchi anni, comunque, mi sono sempre occupata di argomenti lontanissimi da quelli che sono in prima pagina oggi.

Ma cinque minuti di video in cui Peter Higgs, ottantatré anni di età, e quarantotto di inseguimento ostinato della stessa conclusione irraggiungibile, commentava la riuscita finale dell’impresa con sorriso goffo, voce spezzata, smorfia divertita che poi inesorabilmente gli si frammentava in singulti, e occhi che parevano sull’orlo di di traboccare, hanno fatto rabbrividire anche me.

Adesso faccio la spaccona e la pretenziosa senza averne alcun titolo, perché il mondo della scienza viva l’ho abitato in maniera abbastanza marginale e poi ho cambiato strada.

Ma sul serio, una botta di commozione e di fierezza per avere avuto l’opportunità di vivere anch’io, per un po’, in quello spirito, in quella sensibilità, in quella tensione, una sferzata così forte era da un po’ che non mi capitava.

La prossima volta che qualcuno verrà a contestare straparlando della “presunzione dello scientismo” e degli “eccessi della mentalità razionalista” che “non vuole ammettere l’importanza di altre dimensioni dell’essere umano”, risponderò ricordando solo questo, in poche parole brucianti: le lacrime di Peter Higgs.

Questa voce è stata pubblicata in lumi, scienza e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Le lacrime di Peter Higgs

  1. roberto scrive:

    belo ma temoi che e ti risponderanno “l’ybris dello scienziato che si sostituisce a dio”
    :-(

    • MOI scrive:

      No, l’ hybris prevede qualcosa di molto più figo di una particella … roba da trama di un film di fantascienza con effettoni speciali, tipo mutanti o robot che s’incazzano e devastano mezzo mondo, per dire.

  2. roberto scrive:

    belo ogni tanto, ma volevo scrivere bello

  3. Paniscus scrive:

    Oltretutto, che c’entrano le considerazioni metafisiche? Solo perché qualche buontempone ha pensato bene di coniare il nomignolo di “particella di Dio”? Ma il signor Higgs ha sempre preso le distanze da quel tormentone, e ha sempre tenuto molto a precisare che non l’aveva inventato lui.

    Anzi, lo sai qual è il motivo vero di quel nome? L’esatto opposto di un’allusione metafisica o con pretese “totalizzanti”, ossia una crudissima battutaccia del tutto terrena.

    L’espressione originale era “the goddamn particle”, ossia “la stramaledetta particella”, o qualcosa del genere… solo che fu censurata perché considerata volgare e offensiva.

    La parola”goddamn” chiaramente in origine viene da un linguaggio biblico, ma nell’uso comune di adesso, di religioso non ha proprio più nulla, né in bene né in male. Praticamente, come senso letterale moderno, sarebbe più efficace tradurlo come “ quella f*ttuta particella “, o “ ‘sta particella del c*zz*” , che sarà appunto volgare, ma non certo eretico o blasfemo.

    Lisa

  4. roberto scrive:

    si avevo letto la cosa della goddam particle, un vero peccato che il titolo non sia rimasto quello (bellissimo a prescindere da ogni altra considerazione), ci saremmo risparmiati qualche inutile e fastidiosa intervista a vescovi e teocon

  5. MOI scrive:

    Scusa Lisa, ma … questo pezzo d satira sul Bosone non puoi asolutamente perdertelo ! L’ autore non sono io, purtroppo. L’ autore è un certo “RR” … che almeno per il merito di aver scritto questo, vorrei essere !

    Il Bosone si nascondeva..non si rivelava, forse un po’ si vergognava pure (ha nome orrendo, ed è pure parente di Dio… sai com’è, l’ultimo di cui dissero così fu crocifisso, e aveva un nome da musical…), ma ora ha deciso di uscire allo scoperto, di fare outing…una particella transgender, nel senso che non è positiva nè negativa, non si sa che è..ma tutti l’accettano così com’è.. “Bosone noi ti accettiamo così come sei, senza pregiudizi, vogliamo solo il tuo bene”..ecco…
    e c’è un grande entusiasmo in giro… per me incomprensibile, ma tant’è..
    ho visto scienziati correre per le strade strombazzando coi clacson, cantando poo-po-po-popòoooooo, ho visto studenti di fisica tingersi il volto , farsi la cresta e fare coretti tipo “siamo noiiii siamo noooiiii i campioni del bosone siamo noiiiiiii”, ho visto Zichichi fare la statua tipo Balotelli.. e Margherita Hack fare lo spogliarello al Circo Massimo (lo aveva promesso se lo avessero mai trovato)… Pisapia ha già detto di voler dare la cittadinanza onoraria al Bosone. Anzi no (è fatto così lui).
    Anche il Presidente Napolitano ha espresso il suo entusiasmo con viva e vibrante soddisfazione “Sono contento che sia stata trovata la Particella di Clio”..”ehm..di Dio, Presidente…”. Anche la Chiesa ha espresso il suo ringranziamento “Grazie, potete restituircela adesso (questione di copyright)?”..Solo Cassano ha sentito il dovere di precisare “non abbiamo bosoni in Nazionale”, salvo poi rettificare “non ho niente contro i bosoni, basta che non stanno nella doccia con me!”
    Ma ora abbiamo una certezza, essa esiste,la particella, il Bosone di Higgs esiste, come il Vocione di Al Bano, il Cosone di Rocco e la Pensione di Buttiglione..
    il Bosone è Uno e (Neu)Trino. Amen..
    rimane ora da cercare invece il Neurone di Bossi e il Punto G, oltre al calzino nella Lavatrice e le chiavi nel comodino…quelli sì che son misteri, ma è un’altra storia..(queste ultime le ho rubate in giro ma si integravano col discorso)

    perdonatemi, accettatemi così come sono..

    RR

    NOTA : in EmiliaRomagna “bUsone” è termine spregiativo per gli omosessuali … ma lo si evince anche dal contesto.

    Volendo, si può continuare pensando alla Gelmini …

  6. Paniscus scrive:

    Devo ammettere che il volumone divulgativo di Leon Lederman, quello che una ventina d’anni fa sdoganò definitivamente l’espressione “Particella di Dio”, in casa ce l’ho, e l’ho pure prestato ad altri, ma non l’ho mica mai letto tutto, eh.

    Lisa

  7. Z. scrive:

    Lisa,

    – La prossima volta che qualcuno verrà a contestare straparlando della “presunzione dello scientismo” e degli “eccessi della mentalità razionalista” che “non vuole ammettere l’importanza di altre dimensioni dell’essere umano”… –

    …li perdonerai, spero, perché non sanno quel che dicono.

    Di norma sono laureati in Lettere, o – peggio – in Giurisprudenza. E già questo vale eterna condanna a loro carico.

    Non ti accanire contro di loro più di quanto non l’abbia fatto già la vita!

    :D

    Z.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>