Allattamento, diritti umani e bufale

Si premette che questo non è un post di denuncia, di indignazione o di appello, ma è un post di richiesta di informazioni più affidabili.

Da qualche giorno sta girando un appello proveniente dalla Spagna, secondo il quale i servizi sociali avrebbero sottratto la figlia a una madre (di origine maghrebina), SOLO perché ancora allattata a 15 mesi.

Se la storia fosse vera, si tratterebbe di una gravissima violazione dei diritti umani, oltre che di un controsenso sanitario e scientifico: infatti, secondo tutte le evidenze mediche conosciute, l'allattamento prolungato non ha controindicazioni.

E' anzi raccomandato dalle linee guida dell'OMS, e considerato opportuno almeno fino a due anni.

I forum di "mamme naturali" e di ecobiomilitanti stanno impazzando di petizioni e raccolte di firme a sostegno delle vittime di questo presunto caso di abuso.

Ma come al solito, la mia vena scettica prevale, e prima di precipitarmi a firmare e a diffondere l'appello, vorrei vederci più chiaro.

In altri termini: io nutro il legittimo sospetto che la questione dell'allattamento sia solo un malinteso, e che le vere ragioni del provvedimento siano altre.

E che quindi, a firmare la petizione alla cieca, ci si faccia la figura degli scemi che si bevono qualsiasi bufala.

Se c'è qualcuno che vive in Spagna, che ha contatti diretti con persone che vivono in Spagna, o che comunque ha notizie di prima mano sul caso, potrebbe informarci?

Grazie!
 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Allattamento, diritti umani e bufale

  1. utente anonimo scrive:

    nutro il legittimo sospetto che la questione dell'allattamento sia solo un malinteso, e che le vere ragioni del provvedimento siano altre

    Lisa

    ___

    Insomma, non ti sbilanci a fare la complottista sulle ragioni "vere" nonché "altre" ?

    Moi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>