Il bunga-bunga cattolico

E' stato già detto anche troppo sul caso di Karima El Mahroug, in arte Ruby, triste caso sociale a rischio che avrebbe avuto diritto a un sostegno diversi anni fa, e per cui nessuna istituzione e nessuna voce indignata della società civile è stata in grado di trovare una soluzione quando era il momento adatto

In attesa che la fanciulla, finalmente maggiorenne tra poche ore, si decida a esporsi personalmente come promesso, e a farsi togliere quegli insopportabili quadrettoni sfumati dalla faccia nelle foto pubbliche, ci limitiamo a un dettaglio: ovvero, alle sue disgrazie che sarebbero tutte iniziate intorno all'età di dodici anni, quando la sua famiglia, di origine marocchina e di religione islamica, la rinnegò perché aveva manifestato l'intenzione di diventare cattolica.

Da allora, la sua strada caparbia di emancipazione da quelle origini arcaiche fu tracciata con decisione.
 
Perché la ragazza ci credeva davvero, in buona fede, che rubare, mentire, fare la cubista in discoteca, posare come modella seminuda per foto ammiccanti, frequentare ambienti di escort, prosseneti e spacciatori, fare la ragazza immagine per la scuderia di Lele Mora, partecipare a feste pecorecce con giochi erotici per ultrasettantenni potenti e complessati, fosse un tipico comportamento da cattolici.

Non si può dire che non si sia integrata bene, la piccola extracomunitaria.

——————————-


(aggiunta imperdibile: QUI)

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il bunga-bunga cattolico

  1. utente anonimo scrive:

    Da dove si evince che ci credeva davvero?

  2. paniscus scrive:

    Be', risulterebbe perfettamente plausibile, a giudicare dal comportamento medio dei sedicenti difensori pubblici della morale cattolica in Italia.

    Lisa

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>